Fermato in Liguria omicida scappato dall’ospedale psichiatrico di Nizza: “Solo e provato” - CameraVip

Fermato in Liguria omicida scappato dall’ospedale psichiatrico di Nizza: “Solo e provato”

Lo hanno trovato nella mattinata di oggi mentre solo, infreddolito e provato dai giorni di fuga, si aggirava sulla provinciale tra Perinaldo e Negi, nell’Imperiese. È stato quindi fermato Arnaud Delserre, il disabile psichico di 39 anni originario del Principato di Monaco scappato giovedì scorso dall’ospedale psichiatrico di Nizza dove era ricoverato dopo un omicidio commesso nel 2011 in Francia.

L’uomo, rintracciato da una pattuglia di agenti del settore di polizia di frontiera insieme agli uomini del commissariato di Ventimiglia, non ha opposto resistenza. Intorno a lui il cerchio si era ristretto da ieri. Quando la polizia lo ha fermato era disarmato ma il pericolo – spiegano fonti investigative – era legato al fatto che potesse avvicinarsi ad abitazioni ed entrare in contatto con delle persone.

evaso

Loading...

Da quanto è emerso Delserre, dopo essere fuggito da Nizza, aveva cercato rifugio nella casa di una famiglia sulle alture di Bordighera, tra Perinaldo e Vallebona, ma poi era scappato anche da lì. “Sembrava moribondo – ha spiegato la donna che ha aperto la porta della sua casa -, come se fosse sotto l’effetto di tranquillanti o di qualche droga. Mi ha chiesto in francese dell’acqua e un rifugio. Pensavo che si trattasse di qualcuno che si era perso e invece, quando mi ha risposto che il rifugio che cercava era un luogo in cui nascondersi, mi sono resa conto che qualcosa non andava bene”. A quel punto la donna gli ha detto di aspettare per andare a cercare il marito e quando è tornata l’uomo era scappato.

Quindi ha telefonato al genero poliziotto, che a sua volta ha contattato le forze dell’ordine e ha scoperto che poteva trattarsi del fuggitivo. La stessa donna ha poi riconosciuto il volto di quell’uomo che aveva bussato alla sua porta nella foto segnaletica mostratale poco dopo. Per Delserre verrà attivata una procedura di riammissione e sarà consegnato al confine alle autorità francesi che si occuperanno di riportarlo nella struttura di Nizza dov’era ospite.

Potrebbero interessarti anche...