Loading...
Incendio in casa dell’attrice Isabella Biagini: era sotto sfratto - CameraVip

Incendio in casa dell’attrice Isabella Biagini: era sotto sfratto

In fiamme la casa dell’attrice Isabella Biagini. Momenti di paura nella tarda mattinata di oggi, mercoledì 14 dicembre, nel suo appartamento al secondo piano di una palazzina al civico 525 di via Nomentana, quartiere Montesacro-Valli a Roma. Alcuni residenti, spaventati dalle fiamme, sono scappati sui balconi. Due sono i feriti per il momento. Da quanto ricostruito l’incendio sarebbe stato innescato da una stufa a gas su cui era appoggiata una coperta. Evacuate le famiglie che abitano negli appartamenti dal piano terra al terzo piano con l’ausilio dell’autoscala.

Isabella Biagini, classe 1943 (il 19 dicembre avrebbe compiuto 73 anni), deve la sua notorietà ai ruoli interpretati nelle commedie italiane e nelle commedie erotiche degli anni ’60 e ’70. Il segreto del Giaguaro, film del 2000 con protagonista il rapper Er Piotta, è probabilmente il suo ultimo lavoro cinematografico.

biagini

Loading...

Isabella Biagini sarebbe stata sfrattata di casa domani, il 15 dicembre. L’attrice ha recentemente raccontato le sue vicissitudini a ‘Pomeriggio Cinque’ e ‘Domenica Live’. A Barbara D’Urso l’attrice ha rivelato di vivere in stato di indigenza:

“Ho la polmonite, oggi però devo fare finta di stare meglio. Nessuno può risolvere niente, il mio fratellastro Luigi mi ha buttato qui dentro dicendo che stava preparando una villa per me con la piscina. Io non avrei avuto nessun motivo per venire da te se non per tirare fuori la verità. Per 50 anni ho fatto casa, bottega e ho assistito mia figlia malata. Il ritiro dalla televisione è stata una mia scelta”

Il fratellastro, con un video mandato in onda nel corso della trasmissione di Canale 5, ha raccontato un’altra verità:

“Dovevano sfrattarla a marzo e ora siamo arrivati a dicembre. Secondo voi perché? Io sto cercando di aiutarla, volevamo trovare una casa più piccolina, ma lei non vuole perché le piace stare in televisione. Da parte sua c’è ancora l’ostentazione del divismo anni ’60. Se vuole continuare a farsi fotografare per fare sensazione va bene. Sono in una brutta situazione economica, sono in disgrazia. Non oso immaginare come abbia ridotto quella casa, non la vedo da un anno e mezzo, né voglio vederla”.

Potrebbero interessarti anche...