Milano, due avvocati sorpresi a fare sesso nel bagno del tribunale - CameraVip

Milano, due avvocati sorpresi a fare sesso nel bagno del tribunale

Sono stati sorpresi a fare sesso in un bagno del tribunale di Milano. Protagonisti due avvocati, marito e moglie, che evidentemente travolti dalla passione non ci hanno pensato due volte prima di decidersi di chiudersi in una toilette del piano riservato agli uffici della procura, il quarto ammezzato, per dare sfogo al loro amore. Dell’episodio, avvenuto qualche giorno prima di Natale, non sarebbe restata traccia se non fosse stato per un magistrato.

Come riporta il quotidiano “Il Giorno”, infatti, quando l’uomo è andato al bagno per espletare un bisogno fisico è rimasto sorpreso da alcuni rumori che provenivano dall’interno di una toilette, e che quando è entrato sono improvvisamente cessati.

tribunale

Loading...

Il magistrato ha poi notato che dalla porta del bagno, che non arriva fino a terra, spuntavano due paia di scarpe, una delle quali femminili. Preoccupato dalla situazione, ha deciso di avvisare un maresciallo dei carabinieri che passava dal corridoio del quarto piano ammezzato. Il militare ha voluto vederci chiaro: dopo aver ripetutamente bussato alla porta, ricevendone una imbarazzata risposta dei due occupanti, ha atteso che la coppia uscisse.

A quel punto il maresciallo ha chiesto loro i documenti per l’identificazione. I due, entrambi 40enni, si sono allora lanciati in giustificazioni poco credibili: “Mia moglie si è sentita male e stavo cercando di aiutarla..”, ha detto lui, mentre lei che ha cercato di avvalorare la sua versione: “Ho qui un certificato medico, vede, soffro di attacchi di nausea”. Non si sa se alla fine siano stati presi provvedimenti nei confronti della coppia: di certo, il loro slancio di passione è stato bruscamente interrotto.

Potrebbero interessarti anche...