Loading...
Malore in diretta tv per Sveva Alviti, attacco epilettico per l’attrice italiana - CameraVip

Malore in diretta tv per Sveva Alviti, attacco epilettico per l’attrice italiana

Paura per Sveva Alviti, l’attrice e modella italiana, che durante la trasmissione sull’emittente francese Canal + è stata colta da un malore che ha gettato nel panico i presenti in studio e il conduttore della trasmissione “Le Grand Journal”. La Alviti, presente nel programma per presentare il film “Dalida” sulla storia della cantante italo-francese nelle sale francesi a gennaio e a febbraio in Italia, ha iniziato improvvisamente ad avere degli spasmi in diretta, con movimenti incontrollati.

Secondo la stampa francese, la Alviti sarebbe stata vittima di una crisi epilettica. Le immagini la mostrano girarsi convulsamente a destra e a sinistra guardando il pubblico, per poi crollare a terra, svenuta. Victor Robert, conduttore della trasmissione, compreso il momento di panico ha subito interrotto la diretta e Canal+ ha mandato in onda alcuni minuti di pubblicità. L’attacco ha reso sostanzialmente inutili i primi soccorsi dei giornalisti presenti in studio. Al rientro in trasmissione il conduttore ha tranquillizzato i telespettatori riguardo le condizioni della donna, dicendo fosse a riposo.

sveva

Loading...

31 anni, ex modella e ora attrice, è molto apprezzata soprattutto in Francia, famosa per aver posato sulle copertine di Paris Match e Elle France. Proprio in queste settimane si è parlato molto della Alviti per una possibile partecipazione al Festival di Sanremo 2017, al fine di riportare sul palco dell’Ariston Dalida, la cantante che ha riportato sul grande schermo con il film in uscita in queste settimane. Un’esperienza, quella della realizzazione del film, che la Alviti ha vissuto in totale immersione nel personaggio, come raccontato ad Adnkronos:

È stata un’esperienza davvero incredibile. Ho vissuto nei panni di Dalida per nove mesi, in maniera totalizzante. Ho imparato a muovermi come lei, a parlare come lei che a volte mi sono quasi annullata nella sua immagine. D’altra parte come lei stessa affermava ‘Dalida è tutte le donne’. Devo molto a questo progetto: è stato un viaggio straordinario, un’occasione di crescita umana prima ancora che professionale

Potrebbero interessarti anche...