L’ambulanza arriva in ritardo, 45enne muore ad Eboli - CameraVip

L’ambulanza arriva in ritardo, 45enne muore ad Eboli

Sono molti gli elementi che rendono assurda la morte di Silvia, 45enne di Eboli, deceduta proprio nella cittadina della provincia di Salerno a causa di un arresto cardiaco. L’ambulanza che avrebbe dovuto soccorrere la donna è arrivata, in via Ripa, con 45 minuti di ritardo, nonostante l’ospedale si trovasse ad appena 300 metri dal luogo della richiesta.

eboli

Loading...

Inoltre, l’ambulanza era di tipo B, non adatta alla cura della donna che era in stato di emergenza e aveva bisogno di rianimazione. A completare il quadro, Silvia è morta all’interno di uno studio medico, che non era dotato di defibrillatore.

A rivelare i particolari, come riporta Leggo, è il cognato della vittima, che ha assistito Silvia nel suo calvario, il quale ha scritto una lettera di denuncia al Ministro della Salute, al Prefetto di Salerno e all’Asl. “Il regolamento vigente prevede l’intervento dell’ambulanza nel centro urbano entro otto minuti. Da noi ha impiegato tre quarti d’ora” ha spiegato il cognato, che poi ringrazia comunque i medici intervenuto sul posto “Li ringrazio di cuore, ero lì anche io. Abbiamo tentato in tutti i modi di rianimare mia cognata”. La 45enne lascia due figlie di 14 e 12 anni.

Potrebbero interessarti anche...