“Vattene!”, lite in tv dalla D’Urso tra Ylenia, la ragazza bruciata dall’ex, e sua madre - CameraVip

“Vattene!”, lite in tv dalla D’Urso tra Ylenia, la ragazza bruciata dall’ex, e sua madre

Un momento davvero drammatico  in diretta da Barbara D’Urso a “Pomeriggio Cinque”. Ylenia Grazia Bonavero, la 22enne di Messina che sarebbe stata bruciata dal suo ex ragazzo, Alessio Mantineo, chiede alle telecamere di Canale5 di intervenire in diretta e parlare con Barbara D’Urso. Quello che per la giornalista e conduttrice napoletana poteva essere un nuovo scoop, diventa un momento paradossale e difficile da gestire.

Ylenia mantiene la stessa condotta già raccontata dalle cronache, difendendo e scagionando ogni accusa Alessio Mantineo e confermando quelle che sono le dichiarazioni dei legali che difendono il ragazzo che resta tuttora in carcere come stabilito dal gip di Messina Eugenio Fiorentino. Quando Barbara D’Urso le chiede spiegazioni, Ylenia improvvisa un’arringa.

ylenia

Loading...

Con Alessio non andava bene per le nostre famiglie, perché io non lavoravo e lui non lavorava e per le nostre famiglie ci dovevamo lasciare. Ma l’amore va oltre tutti gli ostacoli. Ci siamo incontrati in discoteca, poi sono tornata a casa e hanno bussato alla porta ed era un uomo coperto, non l’ho visto e mi ha bruciata.

A quel punto interviene la madre che prova ad interrompere il collegamento, Ylenia

Io non chiudo niente, non chiudo niente perché stiamo parlando con una ‘trasmettitrice’ con le palle…vattene! Io con Barbara D’Urso parlo, non è stato Alessio Mantineo e lo difenderò fino alla morte. Barbara, mia madre non lo ha mai voluto vedere, lei gli butterebbe la benzina addosso per vederlo morire, non lo ha potuto mai vedere. Lei vuole avvocati, comandanti tutti questi qua per me, un ragazzo che lavora commercialmente non va bene…

Alla fine del collegamento, stando alle cronache, le due sarebbero venute alle mani.

Le immagini che incastrano Alessio Mantineo

Il ragazzo, attraverso i suoi avvocati, ha respinto ogni accusa. Queste le parole di Salvatore Silvestro, legale rappresentante del ragazzo:

Il mio cliente ha detto di non essere stato lui a dare fuoco alla ragazza: dormiva e non si è recato a casa della giovane. Il mio assistito ha riferito di volere bene alla ragazza e che mai avrebbe fatto un gesto del genere contro la giovane.

Le immagini delle telecamere a circuito chiuso di un benzinaio, acquisite e diffuse dalla Polizia di Stato, incastrerebbero però il giovane. Si vede Mantineo con una bottiglia di plastica mentre chiede al benzinaio di riempirla.

Potrebbero interessarti anche...